Il Programma Life dell’Unione Europea aiuta le aziende a diventare ecosostenibili

Conosci il Programma Life finanziato dall’Unione Europea?

E’ il programma triennale che sostiene progetti aziendali di economia sostenibile e prevede un budget complessivo di 1,65 miliardi di Euro


Il Programma Life dell'Europa

L’Europa e la tutela dell’ambiente

Life è lo strumento finanziario e programmatico con cui l’Europa esprime il proprio sostegno alla tutela dell’ambiente.

Riportiamo queste due testimonianze dei vertici delle istituzioni europee per comprendere la sensibilità dell’Europa verso il tema ambientale:

“Il programma LIFE continua a investire in progetti che migliorano la nostra qualità di vita, l’ambiente e la natura, aiutando molti europei di talento a trovare soluzioni ad alcuni dei maggiori problemi ambientali che oggi ci preoccupano: l’inquinamento atmosferico, la scarsità d’acqua, i rifiuti di plastica, la perdita di biodiversità e di risorse. E continua a farlo con un rapporto ottimale costi/benefici.”
Karmenu Vella, Commissario responsabile per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca

“Questi progetti innovativi dimostrano il valore aggiunto della cooperazione europea. Sviluppando e condividendo le soluzioni migliori per ridurre le emissioni e aumentare la resilienza ai cambiamenti climatici, sostengono l’attuazione del quadro 2030 per il clima e l’energia in tutta l’UE.”
Miguel Arias Cañete, Commissario per l’Azione per il clima e l’energia


Sono posizioni che, insieme a tante altre, motivano gli elevati importi dei fondi messi a disposizione per il Programma Life.

Il Programma è supervisionato dalla Commissione Europea e prevede che i progetti finanziabili rientrino in due ambiti:

    Ambiente: vale a dire progetti inerenti l’ambiente e l’uso efficiente delle risorse, la natura e la biodiversità, la governance e l’informazione in materia ambientale

    Clima: vale a dire progetti che riguardano la mitigazione dei cambiamenti climatici, l’adattamento ai cambiamenti climatici, la governance e l’informazione in materia di clima

 

In particolare, ci sono 243 milioni di Euro disponibili per i progetti “Ambiente”.
Una grossa parte di questo importo sarà destinato a finanziare progetti di riutilizzo di maggiori quantità di plastica: trasformare questo tipo di rifiuti in materie prime di qualità per l’industria automobilistica, l’edilizia e il settore dell’imballaggio è solo uno dei modi in cui il programma LIFE concorre a realizzare nella pratica gli obiettivi indicati dalla Commissione europea nella strategia di impiego della plastica nell’economia moderna.

I fondi per il programma “Clima” invece ammontano a 46,8 milioni di Euro.
Andranno a sostenere progetti mirati alla mitigazione dei cambiamenti climatici: riduzione delle emissioni di gas serra nell’atmosfera, adattamento dell’agricoltura e della silvicoltura ai cambiamenti climatici, miglioramento della risposta delle popolazioni a fenomeni meteorologici importanti quali alluvioni, siccità e ondate di calore.

L’edizione Life attualmente in corso è la quinta, con validità 2018-2020.
Ci sono infatti state altre quattro precedenti edizioni del programma, iniziato nel 1992, che si sono concluse con successo e hanno finanziato 3954 progetti nei vari paesi dell’Unione, tutti orientati alla difesa e alla protezione dell’ambiente.

 

Le novità dell’edizione 2018 e gli accordi per il prossimo programma 2021

L’edizione 2018-2020 del Programma Life introduce novità, specialmente nella procedura di presentazione e valutazione delle domande.

Si tratta di variazioni che puntano alla semplificazione amministrativa e soprattutto al risparmio di tempo e risorse per le aziende che candidano i propri progetti nel programma “Ambiente”.
Viene infatti velocizzata molto la prima fase della procedura.


Per i progetti del sottoprogramma Ambiente la candidatura si sviluppa in 2 fasi:

1° fase: presentazione iniziale della proposta in sole 10 pagine (concept note)

2° fase (se la prima va a buon fine): aperta solo ai progetti approvati nella prima fase


Regole europee

 

E’ inoltre già stato raggiunto un accordo provvisorio tra il Parlamento Europeo e il Consiglio del Programma Life per il periodo 2021-2027.

L’accordo rafforza ancora di più l’orientamento europeo verso la transizione all’economia circolare, la maggiore mitigazione dei cambiamenti climatici, la transizione verso l’energia pulita, la tutela della natura e della biodiversità.

 

Uno strumento finanziario anche per le aziende italiane

Il Programma Life coinvolge una vasta gamma di beneficiari: associazioni, organizzazioni non governative e senza scopo di lucro, aziende pubbliche e private, autorità e istituzioni pubbliche nazionali, regionali e locali, ecc., purché impegnate e portatrici di un valore aggiunto nelle tematiche di tutela ambientale.

Le iniziative selezionate dalla Commissione europea riceveranno un contributo a fondo perduto in percentuale variabile, in base alla tipologia di intervento.

E’ molto interessante il fatto che possono partecipare a Life anche le imprese impegnate in progetti che abbiano un impatto positivo sull’ambiente (recupero e riciclo di risorse, riduzione delle emissioni C02, riduzione dell’inquinamento).

Le scadenze da non perdere

Le scadenze del 2019 sono già fissate e differiscono in base alle diverse tipologie di intervento ammissibili.

Fase 1 – invio del concept note:

1   entro il 17 giugno 2019 per proposte in ambito Ambiente ed uso efficiente delle risorse

  entro il 19 giugno 2019 per proposte in ambito Natura e Biodiversità e Governance e Informazione

3   entro settembre 2019 per i progetti tradizionali del Sottoprogramma Clima

Le aziende italiane hanno la possibilità di realizzare progetti importanti con il contributo dell’Europa. Finora l’Italia ha partecipato rappresentando il 22% dei progetti finanziati … perché interrompere questa positiva presenza?

 

Cosa ne pensi? Dicci la tua lasciandoci un commento …. oppure, se vuoi saperne di più

Contattaci e parliamone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2012-2019 Antos S.r.l.   |   Tutti i diritti riservati.