Quando il cliente importante chiede un audit. Che succede in azienda?

L’audit che obbliga ad organizzarsi

Cosa significa?
Il cliente grande, di solito importante, chiede una verifica del processo produttivo. Chiede – in pratica – di controllare alcuni indicatori della produzione aziendale.

 

audit in fabbrica

Una richiesta non proprio rara

 

Tutte le aziende hanno clienti.
Molte aziende hanno pochi grandi clienti che da soli fanno la gran parte del fatturato e determinano i ricavi di vendita.

In questi casi non è raro che il grande cliente, spesso il più importante, visiti il fornitore e faccia o chieda un audit sul processo produttivo.

Cosa chiede il cliente nel suo audit?

 

Il cliente controlla alcuni indicatori del sistema produttivo.
Normalmente gli interessa capire se l’azienda che lo rifornisce riesce:

  • a controllare gli ordini di produzione
  • a garantire puntualità nella lavorazione dell’ordine
  • a monitorare e giustificare eventuali ritardi nella consegna
  • a controllare le risorse impiegate (persone, mezzi, strumenti)
  • a tracciare il lotto

Ma c’è di più! Ovviamente questi controlli il cliente se li aspetta eseguiti in tempo reale! 

L’audit sulla produzione serve al cliente per capire se l’azienda è affidabile.
Un fornitore affidabile è infatti un fornitore conveniente, che pianifica, controlla e può garantire continuità di servizio.

audit positivo, fornitore affidabile

Che succede in azienda in caso di audit?

 

Succede che il management aziendale del fornitore si attiva per adeguarsi alle richieste del cliente. Per non perderlo, per continuare il rapporto di fornitura.
Spesso, però, adeguarsi ad un audit del cliente significa organizzarsi, cioè investire tempo e denaro.

E allora diventano importanti i sistemi e le procedure di controllo della produzione con cui fornire informazioni al cliente: dati, scostamenti e standard.
L’organizzazione diventa un’esigenza, quando l’azienda non vuole perdere il suo cliente.

“Per rispettare i rigidi standard qualitativi richiesti dai nostri clienti dovevamo controllare efficacemente i nostri processi produttivi, contenere i costi, eliminare tutte le anomalie che causano “non qualità”. Abbiamo sempre creduto che investire in tecnologia sia una delle chiavi di successo per aumentare
il livello della nostra attività e dunque la soddisfazione dei clienti.”


Vittorio Autorino, Resp. Produzione di A.Abete Srl

Organizzarsi a prescindere da un audit. Perché?

 

L’organizzazione della produzione – a nostro avviso – non deve essere vista come una “corsa ai ripari” a cui ricorrere solo quando bisogna soddisfare un audit del cliente importante.

L’organizzazione dei processi è un vantaggio per l’azienda, per la sua salute, la sua competitività e la sua longevità. Non deve essere soltanto scelta per interesse del cliente.

 

Approfondimenti

 

In questo articolo abbiamo voluto condividere l’importanza dell’organizzazione dei reparti produttivi come scelta aziendale e non come costrizione.

Scegliere di organizzarsi è più vantaggioso di essere costretti da un cliente a farlo!

Cosa ne pensi? Hai clienti che chiedono audit sulla tua produzione?
Lasciaci un commento …. oppure, se vuoi confrontarti con noi

Contattaci e parliamone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Passa al prossimo step:

1.

Scopri perché usare Bravo

Puoi guidare la tua azienda come un pilota di go-kart! Produrre non è solo sudore ma anche divertimento.

2.

Leggi i casi di successo

Le aziende raccontano le loro esperienze con Bravo. Le abbiamo raccolte nelle storie di successo di #bravomes.

3.

Conosci le funzionalità

Bravo Manufacturing ti aiuta a prendere il controllo dei processi produttivi. Scopri tutto quello che puoi fare.

© 2012-2020 Antos S.r.l.   |   Tutti i diritti riservati.